ACQUA NELL’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO: IL CONTROLLO PERIODICO

L’acqua nell’impianto di riscaldamento: il controllo periodico

L’obbligo del trattamento dell’acqua in riferimento alla norma tecnica UNI 8065 ed il D.M. 26 giugno 2015 (prima ancora i D.P.R. 59/09 e D.P.R. 412/93), ha fatto si che gran parte degli impianti di riscaldamento siano stati trattati in questi ultimi anni.

Un impianto trattato con un inibitore, deve essere anche controllato periodicamente, per garantire sempre la massima efficienza. Il controllo è da eseguire ogni 12 mesi (salvo diverse indicazioni del prodotto).

Ma chi lo fa?

Ovviamente l’azienda termo-idraulica che segue l’impianto per la manutenzione periodica… quasi sempre… o, forse, qualche volta…

Magari nessuno… troppo spesso…

Troppo spesso ci si ricorda di verificare la concentrazione dell’inibitore nell’acqua nell’impianto di riscaldamento solo quando presenta dei problemi, si preleva il campione e si scopre che l’acqua è giallina… rossastra… marrone… nera…

Insomma c’è tutto, tranne l’inibitore.

Ricordiamoci che un inibitore sotto dosato, semplicemente perché si è consumato come succede spesso in impianti vecchi che sono stati risanati, non è in grado di proteggere il circuito in modo efficiente.

Un sotto dosaggio dell’inibitore comporta la formazione di fanghiglie e corrosioni.

Mi dirai: “Ma io non sono mica un chimico!”

Tu sei molto più capace di quello che pensi e, in ogni caso, non serve un chimico per fare questo ed altri controlli, per dare al tuo cliente un servizio di qualità.

Per effettuare il controllo periodico serve semplicemente un campione dell’acqua dell’impianto di riscaldamento, prelevato in un punto qualsiasi dell’impianto. Se il prelievo si esegue dallo scarico, è necessario fare uscire prima l’eventuale sporco accumulato, per prendere un campione d’acqua tecnica pulito.

L’analisi la puoi eseguire immediatamente sul posto per compilare il libretto di impianto.

Nello stesso tempo puoi comunicare al cliente la situazione e la necessità di reintegrare l’inibitore per prevenire problemi.

Ti dirò di più: il tuo cliente te ne sarà grato e riconoscerà la tua professionalità!

 

 

Se hai bisogno di approfondire situazioni complesse o preferisci avvalerti del nostro laboratorio, puoi portarci il campione e confrontarti con i nostri tecnici.

Assieme a te, troveremo la migliore risposta per i tuoi clienti.

Ricordati: il tuo cliente è il bene più prezioso che hai… prenditi cura di lui.

 

Scarica la guida: Controllo del trattamento dell’impianto

Scarica il modulo: Scheda analisi acque

Se vuoi approfondire gli aspetti normativi leggi questo articolo

 

Ringrazio Maychem per il supporto (visita il sito)

Recommended Posts