Vantaggi, svantaggi e costo di un impianto fotovoltaico

  • Quanto costa un impianto fotovoltaico?.

    L’esigenza di rendere più ecologico e sostenibile il sistema di riscaldamento e acqua calda sanitaria della propria casa ha portato sempre più alla ribalta il tema degli impianti fotovoltaici: questi consentono, infatti, un sensibile risparmio in bolletta, a fronte di un investimento iniziale. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa scelta e quale potrebbe essere il costo di un impianto fotovoltaico per la tua casa?

Come funziona un impianto fotovoltaico

 

Gli impianti fotovoltaici sfruttano l’energia solare per produrre energia elettrica e possono essere utilizzati sia per strutture più grandi – come uffici, ditte, edifici pubblici – ma anche per abitazioni private singole.

Sono composti da pannelli realizzati con celle di silicio, trattati in maniera tale che possano dare avvio al processo di trasformazione dell’energia. Si tratta di una soluzione ecologica poiché sfrutta una risorsa inesauribile riducendo le emissioni nocive sull’ambiente.

Vantaggi di un impianto fotovoltaico

 

I vantaggi legati all’installazione di un impianto fotovoltaico sono molti, sia dal punto di vista dell’ambiente che da quello del consumatore. La produzione di energia solare, infatti, consente una riduzione delle emissioni di anidride carbonica, nocive e pericolose per l’ambiente. L’energia solare è pulita, rinnovabile e green.

Ma la differenza si percepisce anche in bolletta: gli impianti fotovoltaici, infatti, permettono di produrre autonomamente energia elettrica, riducendo il costo dell’energia acquistata dai fornitori consueti. Inoltre, in casi di surplus energetico, questo può essere reimmesso nel mercato e “ceduto” a chi ne ha bisogno. Uno scambio che porta, a sua volta, a un risparmio economico perché può essere tradotto in uno sconto in bolletta oppure in un credito per il consumatore.

Detrazioni fiscali per chi installa il fotovoltaico

 

Proprio alla luce di questo duplice vantaggio, personale e collettivo, l’installazione di pannelli fotovoltaici è stata, negli ultimi anni, fortemente incentivata dal punto di vista economico. Oggi i termini sono leggermente cambiati, tuttavia per il 2020 sono state confermate le detrazioni fiscali per chi installa un impianto fotovoltaico residenziale.

In particolare, ciò che la legge prevede è una detrazione fiscale del 50% sul totale delle spese sostenute, che viene ripartita in 10 rate annuali. È confermata anche l’IVA agevolata, fissata al 10% per una spesa che non superi il tetto massimo di 96.000 €.

Quali sono gli svantaggi?

 

È vero che l’impianto fotovoltaico consente di produrre e ottenere energia a costo zero, riducendo l’impatto sia sull’ambiente che sul bilancio familiare, tuttavia ci sono anche degli svantaggi da tenere in considerazione prima di iniziare i lavori. La logistica, infatti, gioca un ruolo fondamentale: non tutte le strutture sono adatte per beneficiare al massimo dell’impianto fotovoltaico.

I pannelli richiedono uno spazio sufficientemente ampio e l’esposizione a luce diretta, ma non su un’inclinazione piatta. L’impianto, infatti, va posizionato secondo l’inclinazione ottimale perché il silicio dei pannelli possa attivare il processo chimico e fisico che produce l’energia.

Anche la collocazione geografica dell’edificio può fare la differenza. È stato calcolato, infatti, come pur restando in Italia, il tasso di efficienza del fotovoltaico cambi sensibilmente da Nord a Sud. Questo dipende dalle condizioni meteorologiche: maggiore è la presenza del sole, più è costante ed efficace la produzione di energia.

Inoltre, per i centri più piccoli o le aree di interesse storico è necessario verificare, preventivamente, le regole comunali che potrebbero porre dei limiti all’installazione degli impianti.

Costo dell’impianto fotovoltaico

 

Infine, bisogna considerare il costo dell’impianto fotovoltaico nonostante sia calato nel corso degli anni fino all’80% e siano stati confermati gli incentivi statali. È vero che l’investimento iniziale può essere ammortizzato nel tempo, tuttavia il costo di base per un impianto da 3kW, adatto a una casa, è di circa 6.000 €, ma può crescere in base alle caratteristiche specifiche e ai lavori da fare.

Il costo cresce se si desidera installare anche un accumulatore, necessario per conservare l’energia prodotta in surplus, utilizzabile anche per i periodi in cui c’è meno luce. In questo caso, l’investimento può raggiungere gli 11.000/12.000 €.

Questo tipo di impianto fotovoltaico consente di produrre circa 3.300-4.500 kWh all’anno, a fronte di un consumo medio per una famiglia di 4 persone di 3.000 kWh annui. Quindi l’impianto, che prevede circa 12 pannelli, è più che sufficiente.

Se vi interessa conoscere le differenze tra impianti solari termici e impianti fotovoltaici date un’occhiata a questo articolo.

Avete ancora dei dubbi? Scriveteci, i nostri esperti sapranno valutare le vostre esigenze e proporvi un preventivo!

 

 

L'autore

  • Marco Tampieri

    Marco Tampieri

    Socio di tutte le società del gruppo (Martignoni & Leardini, Clima System, Clima Service, Polycalor, Clima Acque) è il responsabile tecnico commerciale per i prodotti rappresentati e gestisce il rapporto di vendita con gli installatori direzionali, clienti finali e imprese di costruzione. Ha iniziato la sua esperienza lavorativa in una importante azienda di installazione di camere bianche e impiantistica termoidraulica di Milano per poi ricoprire per diversi anni il ruolo di funzionario commerciale per la Staefa Control System, azienda di building automation svizzera (poi acquisita dal gruppo Siemens).

Chiamaci subito!

  • Chiamaci al numero 0541.309311 .

    Se desideri ricevere maggiori informazioni sui servizi di ML Group e scoprire i vantaggi che puoi ottenere affidandoti ai nostri professionisti, chiamaci subito!

Contattaci.

Se desideri ricevere maggiori informazioni non esitare a contattarci