La riqualificazione architettonica e impiantistica curata dal Comune di Rimini

Realizzazione nel PART - Palazzi dell’arte Rimini

  • Nuovo sistema di climatizzazione del Palazzo del Podestà, del Palazzo dell’Arengo e di Palazzo Garampi.

    É stata portata a termine un’altra realizzazione di grande prestigio per la quale ML Group ha fornito il suo prezioso contributo. In realtà non una, ma ben tre realizzazioni a servizio di altrettanti importanti palazzi del centro storico di Rimini, si tratta del nuovo sistema di climatizzazione del Palazzo del Podestà, del Palazzo dell’Arengo e di Palazzo Garampi, quest’ultimo sede istituzionale degli uffici del Comune di Rimini, i primi due del PART - Palazzi dell’arte Rimini.

Vantaggi

Perché PART - Palazzi dell'Arte ha scelto ML Group.

  • Speciale focus sull'ambiente, l'efficienza, il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili.

    Speciale focus sull'ambiente, l'efficienza, il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili.

  • L'applicazione di tecnologie moderne e smart, con la centralizzazione del controllo mediante un dispositivo remoto di ultima generazione di tipo touch screen.

    L'applicazione di tecnologie moderne e smart, con la centralizzazione del controllo mediante un dispositivo remoto di ultima generazione di tipo touch screen.

  • Impatto visivo ridotto grazie ad unità esterne dall’installazione versatile e semplificata, dal peso e dagli ingombri contenuti.

    Impatto visivo ridotto grazie ad unità esterne dall’installazione versatile e semplificata, dal peso e dagli ingombri contenuti.

museo di rimini ML group

PART di Rimini: un patrimonio inestimabile

Nel 2020 il Part di Rimini è stato eletto da Atribune, miglior nuovo museo italiano. La città di Rimini quindi non solo come meta turistica tra le più gettonate del panorama nazionale ma anche e sempre più città d’arte, di storia, di cultura.

Il PART ospita la collezione della Fondazione San Patrignano, la collezione è costituita al 100% da opere donate da artisti, galleristi, collezionisti in base a una formula in uso nel modo anglosassone, quella dell’endowment.

Ufficialmente inaugurato il 24 settembre 2020, il PART dopo un’attenta riqualificazione architettonica e impiantistica curata dall’ing. Chiara Fravisini Responsabile del Procedimento e dal progettista e direttore dei lavori ing. Monia Colonna anche Energy Manager del Comune di Rimini, ha visto un notevole impegno da parte di tutti gli attori intervenuti nei lavori al fine di ottenere quella corretta integrazione edificio-impianto, espressamente richiesta dalla Soprintendenza per gli edifici con vincolo storico e architettonico.

sistemi di condizionamento palazzo arte rimini

I servizi realizzati da ML Group

Le macchine per il condizionamento proposte da ML Group del tipo DVM S di Samsung, dovevano quindi essere le più compatte e silenziose possibile ed allo stesso tempo rispondere in modo preciso alle esigenti specifiche meccaniche di progetto.

L’ammodernamento in chiave sostenibile degli impianti di condizionamento è stato possibile attraverso la richiesta di partecipazione da parte dell’Amministrazione riminese al Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale, il cosiddetto “Por Fesr asse 4”.

Il fondo a cui ha avuto accesso il Comune di Rimini fa parte del documento di programmazione che definisce la strategia e gli interventi di utilizzo delle risorse europee assegnate alla Regione dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, nel quadro della politica di coesione, per la crescita economica e l’attrattività del territorio.

riqualificazione energetica palazzi rimini

Risparmio Energetico e Fonti Rinnovabili

Il Por Fesr asse 4 in particolare, è riferito alla promozione della low carbon economy nei territori e nel sistema produttivo, incentiva cioè l’efficienza e il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili sia da parte degli enti pubblici che delle imprese in un’ottica di sviluppo sostenibile del territorio regionale sia per quanto riguarda la tutela dell’ambiente che del risparmio dei costi energetici.

L’obiettivo dell’intervento era preciso: ottenere il comfort climatico anche nella stagione estiva per il quale fino al momento della riqualificazione non erano presenti impianti dedicati ma solo unità di climatizzazione temporanee e mobili. Per farlo era necessario sfruttare una tecnologia come quella della pompa di calore, che garantisce zero emissioni dirette di CO2 nel luogo di installazione.

Lo stato iniziale dell’impiantistica era di fatto costituito da una centrale termica, costituita a sua volta da due caldaie tradizionali alimentate a gas metano, che servivano il complesso di quattro edifici a cui appartengono i tre edifici storici affacciati su piazza Cavour e oggetto dell’intervento di riqualificazione energetica.

condizionatori d'ambiente palazzi arte rimini

La sfida della Riqualificazione Energetica

Tra le varie soluzioni prese in considerazione al momento della progettazione, quella maggiormente indicata in relazione alla destinazione d’uso è stata la soluzione in pompa di calore “splitatta” del tipo VRF (a flusso variabile di refrigerante).

L’installazione di tale impianto ha visto la rimozione di tutti i radiatori, per lo più collocati in nicchia e la sostituzione con condizionatori d’ambiente ad espansione diretta di gas refrigerante del tipo a mobiletto per installazione a parete. Queste unità sono appunto alimentate da gas frigorifero e assolvono al compito di riscaldare d’inverno e raffrescare d’estate.

Il progetto esecutivo ha visto l’installazione delle macchine esterne che alimentano i palazzi dell’Arengo e del Podestà posizionate in copertura in prossimità delle scale che dividono i due palazzi, “mascherate” e quindi non visibili dalla piazza, anche grazie ai “merli” architettonici.

Inoltre, la loro posizione rispetto ai relativi palazzi serviti è stata pensata al fine di migliorare l’utilizzo e le prestazioni delle stesse unità di condizionamento, ottimizzando la distribuzione degli impianti e le diverse zone a seconda del diverso utilizzo e orario di funzionamento, il tutto al fine di diminuire i costi energetici di gestione degli edifici.

Dispositivi di Controllo Remoto di ultima generazione

L’applicazione di alcuni terminali in ambiente visto il tipo di installazione ha richiesto la centralizzazione del controllo attraverso un dispositivo remoto di ultima generazione di tipo touch screen ubicato in control room, attraverso questo dispositivo elettronico è possibile impostare facilmente i set di temperatura desiderati nelle varie zone climatiche e controllare il corretto funzionamento del condizionatore d’aria stesso.

Tornando al tema del contenuto impatto visivo dell’impiantistica e dei relativi passaggi delle tubazioni frigorifere principali del palazzo del Comune, quest’ultime dovevano necessariamente essere posizionate sul retro del fabbricato ed il loro impatto visivo essere mitigato attraverso l’utilizzo di finti pluviali o strutture similari, cosa che è stata fatta; ai piani la distribuzione delle linee frigo è avvenuta in controsoffitti e/o velette presenti in corridoi e disimpegni del vano scala, nonché all’interno di boiserie e finte colonne.

impiantistica ML group palazzi arte rimini

Intervento armonico e non invasivo

Per quanto riguarda invece il palazzo dell’Arengo e quello del Podestà, dalle verifiche è emersa l’esistenza di un vecchio cavedio impiantistico verticale da cielo a terra, non più necessario, collocato all’interno della parete esterna posteriore. Si è pertanto utilizzato tale passaggio già esistente, al fine di non realizzare nuovi fori nei muri e coprire perfettamente le tubazioni necessarie ai condizionatori d’aria.

Le macchine esterne come previsto dal progetto meccanico destinato la nuova climatizzazione del Comune di Rimini, sono state posizionate sul terrazzo a copertura della centrale termica e disposte in modo tale da limitare le dispersioni e alimentare i diversi piani dello stabile.

Le unità interne di palazzo Garampi, a seconda dell’ambiente servito e delle sue caratteristiche fisiche sono del tipo a parete (classica unità pensile), oppure cassette a 4 vie, quest’ultime con tecnologia WindFree (letteralmente “senza vento”). Il sistema di climatizzazione WindFree di Samsung utilizza micro fori per diffondere in modo delicato e uniforme l’aria in tutta la stanza, mantenendo un livello adeguato di frescura senza alcuno spiffero.

ML group pompe di calore climatizzazione

Un lavoro funzionale e a regola d'arte

La buona tecnica seguita dai consulenti di ML Group ed il rispetto della Norma UNI EN 378 come sempre in questi casi presa a riferimento dai progettisti, costruttori ed installatori di sistemi refrigeranti, ha posto la giusta attenzione ai requisiti per la sicurezza delle persone e dei beni, oltre naturalmente la necessaria tutela dell’ambiente e disposto tutte quelle procedure che regolano il funzionamento, la manutenzione e l’eventuale riparazione di impianti di refrigerazione nonché il recupero stesso dei materiali refrigeranti.

ML Group si è occupata della prima messa in servizio  della pompe di calore DVM S di Samsung, ed è in grado di offrire un servizio di assistenza completo e puntuale per soddisfare le specifiche necessità in ambito terziario. Quando previsto, infatti, ML Group può supportare il cliente con un programma di assistenza e manutenzione ideale per garantire nel tempo il perfetto funzionamento delle unità di climatizzazione e la tempestività d’intervento in caso di criticità.

ml group case history impianti rimini

Rimini e i suoi Palazzi Storici

Alcune curiosità relative ai tre Palazzi Storici situati in piazza Cavour, oggetto di riqualificazione impiantistica:

  • Il Palazzo del Podestà è un monumento medioevale eretto nel 1334, al piano terra è caratterizzato da un prospetto con tre archi gotici frontali; da quello centrale pendeva la corda destinata all’impiccagione dei rei.
  • Il Palazzo dell’Arengo, sormontato da merlature, era il luogo dove nel tardo medioevo si riuniva il consiglio del popolo riminese; il loggiato costruito su colonnati che sorreggono distesi archi a sesto acuto che contraddistinguono il palazzo, fu eretto nel 1204 per volontà del podestà di Rimini, Mario de Caronesi.
  • Il Palazzo Garampi fu edificato dall’architetto L. Carducci nel 1562, nel 1672 crollò a seguito di un terremoto e fu successivamente ricostruito da Francesco Garampi da cui prese il nome, fu poi semidistrutto dalla guerra nel 1944 e ripristinato allo stato originale così come risulta oggi.

Sitografia:

https://www.artribune.com/arti-visive/arte-contemporanea/2020/10/nuovo-museo-part-rimini/

https://fesr.regione.emilia-romagna.it/por-fesr/Por-fesr

https://fesr.regione.emilia-romagna.it/por-fesr/assi/promozione-della-low-carbon-economy-nei-territori-e-nel-sistema-produttivo-2013-asse-4

Contattaci.

Hai collaborato con ML Group e desideri condividere la tua esperienza? Sei interessato a richiedere l'intervento del Gruppo per un progetto analogo? Scrivici, verrai contattato al più presto.