Uffici Italcamel di Rimini

Realizzazione nel settore commerciale

  • Intervista al progettista termotecnico Luca Giordani e all’installatore termoidraulico Marco Sabba .

    MLGroup è l’azienda che ha fornito le macchine per realizzare l’impianto di climatizzazione dei nuovi uffici di Italcamel Travel Agency a Rimini . Il progetto, che è stato seguito dallo Studio tecnico Zamagna, per quanto riguarda la progettazione dell’impianto, e dall’installatore termoidraulico Marco Sabba della ditta ISL Impiantistica di Sabba Lazzaro, per quanto concerne l’installazione e il collaudo delle macchine, doveva superare diverse sfide dal punto di vista architettonico , per questo necessitava di prodotti in grado di soddisfare ampiamente le richieste del committente.

Vantaggi

Perché lo Studio tecnico Zamagna ha scelto MLGroup.

  • Ampia disponibilità di prodotti di marchi prestigiosi e presenza di esperti specializzati

    Ampia disponibilità di prodotti di marchi prestigiosi e presenza di esperti specializzati

  • Possibilità di usufruire di un servizio post-vendita puntuale ed efficiente, e di essere seguiti sia in fase di progettazione sia in fase di cantiere

    Possibilità di usufruire di un servizio post-vendita puntuale ed efficiente, e di essere seguiti sia in fase di progettazione sia in fase di cantiere

  • Opportunità di stipulare un unico contratto, con un solo fornitore, per tutte le macchine dell’impianto

    Opportunità di stipulare un unico contratto, con un solo fornitore, per tutte le macchine dell’impianto

situazione di partenza uffici italcamel

La situazione di partenza

La nascita dei nuovi uffici di Italcamel prevedeva la ristrutturazione di un edificio esistente. Nella struttura era già presente un impianto di climatizzazione, ma tutti i componenti erano inutilizzabili, danneggiati e obsoleti. “Abbiamo iniziato da una serie di valutazioni per capire se ci fosse qualcosa di recuperabile – spiega Luca Giordani, progettista termotecnico dello Studio tecnico Zamagna – Insieme al cliente, però, siamo giunti alla conclusione che l’opzione migliore, sia dal punto di vista funzionale che energetico, fosse rifare completamente l’impianto”. La realizzazione dell’impianto di climatizzazione di un edificio pone sempre al progettista il problema di come scegliere criticamente la soluzione più idonea tra le varie possibilità disponibili. Nell’analisi che precede la definizione di un progetto, sicuramente si tiene conto di alcuni elementi fondamentali come il comfort (termo igrometrico, acustico, IAQ), la semplicità, la rapidità e il costo di realizzazione, l’efficienza energetica globale dell’impianto e i costi di gestione (energia, conduzione e manutenzione). In questo caso, lo Studio tecnico Zamagna ha individuato nel sistema idronico specializzato l’alternativa più congrua.

sistema idronico specializzato

Il sistema idronico specializzato

I benefici derivanti da questa scelta sono immediati e riguardano, in particolare, la possibilità di ottimizzare i costi di realizzazione, ridurre i consumi energetici e l’impatto ambientale, arricchire la flessibilità di questa tipologia impiantistica con l’affidabilità di sistemi industrializzati e ampiamente referenziati. Il sistema idronico specializzato si compone di questi elementi: i produttori di energia, che generano l’energia termica e frigorifera adeguata per soddisfare le esigenze degli ambienti serviti; le unità terminali, che forniscono l’energia generata dal produttore di energia; il rinnovo dell’aria, che assicura il necessario ricambio d’aria, effettua il recupero energetico e contribuisce attivamente alla climatizzazione della zona servita; i controlli elettronici distribuiti in campo, che consentono la gestione automatizzata dell’impianto idraulico asservito al sistema di climatizzazione.

sfide da affrontare

Le sfide da affrontare

“Il progetto richiedeva il superamento di importanti sfide a livello architettonico – continua Giordani – Il committente, ad esempio, desiderava ricavare maggiore spazio sul tetto, concentrando la centrale termica e di trattamento aria in un unico punto. Per quanto riguarda gli interni, invece, bisognava integrare bene l’impianto nell’arredamento, per renderlo quasi invisibile. Questa attenzione andava riservata a tutto l’edificio e, in particolar modo, al piano terra, dove si doveva garantire il minimo impatto estetico per preservare il design scelto per i locali. Trovata la soluzione impiantistica appropriata, dunque, abbiamo contattato MLGroup per individuare, fra le loro proposte, le macchine più adatte alle nostre necessità. Abbiamo esposto a MLGroup le esigenze del progetto che avevamo elaborato e, per ogni componente che ci serviva, i tecnici dell’azienda hanno suggerito le opzioni più indicate, collaborando con noi per il raggiungimento del risultato ottimale”.

spazio sul tetto uffici italcamel

Più spazio sul tetto e impianti completamente integrati nell’arredo

La fornitura di MLGroup ha incluso macchine di diversi marchi. Le principali sono la centrale termica di Elco, il gruppo frigorifero di Clivet, i terminali ad acqua di Sabiana (con relativo sistema di gestione dedicato ai fan coil), l’impianto di aria primaria TCF e l’integrazione del controllo dell’impianto idraulico a servizio del sistema di climatizzazione di Siemens. “Rispetto alla situazione precedente – continua Luca Giordani – abbiamo ridotto lo spazio sul tetto dedicato alle centrali, che inizialmente occupavano tutta la copertura, recuperando metà dello spazio. Per fare questo, naturalmente, è servito uno studio attento sulle distribuzioni, sul posizionamento delle macchine e sulle loro dimensioni. Per quanto riguarda l’interno, siamo riusciti a integrare benissimo l’impiantistica con l’arredo. Negli uffici, insieme agli esperti di MLGroup, abbiamo scelto di inserire un impianto a ventilconvettori di Sabiana a incasso, che quindi sparisce completamente alla vista, unito a un impianto di rinnovo dell’aria. Massima attenzione all’estetica, come dicevamo, anche per il piano terra, dove sono stati installati degli impianti a tutt’aria integrati nei soffitti, che utilizzano delle bocchette di distribuzione al posto dei terminali a terra”.

unità di trattamento italcamel rimini

Unità di trattamento aria TCF per la massima efficienza e flessibilità

Per quanto riguarda l’impianto di rinnovo dell’aria, come accennato, sono state scelte le unità di trattamento aria TCF che prevedono realizzazioni su misura a seconda del caso specifico. Queste unità presentano una struttura di base modulare e telaio in alluminio, pannelli sandwich dello spessore di 60 mm con taglio di ponte termico, disponibili in acciaio zincato, acciaio zincato pre plastificato, vasche di raccolta condensa in acciaio inox AISI 304 di serie e isolamento disponibile in poliuretano iniettato con densità 45kg/mo in lana minerale con densità 80 o 120 kg/m3 . Il basamento perimetrale costituisce un appoggio continuo delle unità e permette di scaricare il peso su una superficie maggiore, sollecitando al minimo le strutture su cui vengono poste le unità. Per quanto riguarda la sua composizione, il basamento è realizzato mediante l’accoppiamento di un profilato di lamiera zincata dello spessore di 30/10, laminato a freddo con angoli saldati in lamiera zincata 30/10 e altezza 180 mm. Questa struttura è la migliore per distribuire con efficienza le vibrazioni residue degli organi in movimento.

assistenza in fase di cantiere

Assistenza anche in fase di cantiere

Marco Sabba, della ditta ISL Impiantistica di Sabba Lazzaro, è l’installatore termoidraulico che ha seguito i lavori in cantiere. Si è quindi occupato dell’ordine, dell’arrivo dei prodotti e ha fornito le direttive per la loro installazione. “In particolare, ho avuto modo di confrontarmi e di lavorare con i tecnici di MLGroup in occasione dell’accensione e del collaudo delle macchine, quando ho dovuto chiamarli per tarare i macchinari da loro forniti. Si tratta di un impianto completo e molto complesso, ma insieme lo abbiamo regolato in modo accurato, per soddisfare le richieste del cliente. Posso affermare che MLGroup offre un’ottima assistenza sia durante i lavori di cantiere sia in seguito, a installazione conclusa”.

Contattaci.

Hai collaborato con ML Group e desideri condividere la tua esperienza? Sei interessato a richiedere l'intervento del Gruppo per un progetto analogo? Scrivici, verrai contattato al più presto.