Agevolazioni fiscali 2019

Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico ed ecobonus

  • Investi nell'efficientamento energetico della tua casa e risparmia grazie alle detrazioni previste.

    Esistono diversi modi per risparmiare sull’acquisto di impianti finalizzati alla riduzione dei consumi e alla riqualificazione energetica degli edifici. Anche per il 2019, infatti, è possibile accedere a specifiche agevolazioni fiscali per il risparmio energetico che permettono di recuperare parte della spesa sostenuta per la realizzazione di determinati interventi.

Vantaggi

Le agevolazione fiscali 2019 sono previste per.

  • Pompe di calore

    Pompe di calore

  • Caldaie a condensazione in classe A

    Caldaie a condensazione in classe A

  • Collettori solari

    Collettori solari

  • Impianti fotovoltaici

    Impianti fotovoltaici

  • Scaldacqua a pompa di calore

    Scaldacqua a pompa di calore

Bonus Casa ed Ecobonus

Oltre al Conto Termico, l’incentivo per interventi di efficientamento energetico destinato a pubbliche amministrazioni, imprese e privati, esistono altre due opzioni interessanti che prevedono un’agevolazione sulle tasse da pagare:

  • il Bonus Casa (Ristrutturazioni Edilizie), che consiste in una detrazione del 50% sull’Irpef;
  • l’Ecobonus, che consiste in una detrazione del 50% – 65% su Irpef- Ires.

Bonus Casa (Ristrutturazioni Edilizie)

Sono state prorogate fino al 31 dicembre 2019 le condizioni per beneficiare delle detrazioni previste dal Bonus Casa, relativo alle ristrutturazioni edilizie e agli interventi finalizzati al conseguimento di risparmi energetici su immobili residenziali. Possono beneficiare di questa agevolazione fiscale non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili, ma anche l’inquilino e il comodatario. Hanno quindi diritto al bonus le opere destinate al risparmio energetico come l’installazione di collettori solari, pompe di calore e impianti fotovoltaici oppure la sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione, solo per fare alcuni esempi. Come spiega l’Agenzia delle Entrate, che illustra le condizioni per accedere all’agevolazione, il bonus permette di ottenere una detrazione dall’Irpef del 50% della spesa sostenuta, fino a un limite massimo di spesa di 96mila euro, rimborso che verrà spalmato in dieci rate annuali dello stesso importo.

Ecobonus

Sono state prorogate per tutto il 2019 anche le condizioni di accesso all’Ecobonus, incentivo destinato alle opere che incrementano l’efficienza energetica di edifici esistenti. Questa agevolazione, rivolta a privati e imprese, prevede una detrazione del 65% delle spese sostenute per diverse tipologie di interventi, incentivo che verrà elargito in dieci anni sotto forma di “sconto” sulle tasse da pagare (Irpef o Ires).
Puoi beneficiare del 65% per l’installazione di collettori solari destinati alla produzione di acqua calda, ad esempio, oppure se devi sostituire l’impianto di riscaldamento con una pompa di calore ad alta efficienza. Anche la sostituzione del vecchio impianto con una caldaia a condensazione di classe energetica A può usufruire del 65%, purché sia abbinata a un sistema di termoregolazione evoluto. In assenza di questo requisito, infatti, la caldaia a condensazione classe A riceve una detrazione del 50%. Come illustra l’Agenzia delle Entrate, che spiega dettagliatamente i requisiti per accedere all’Ecobonus, gli incentivi aumentano ulteriormente per i condomini: fino al 75% per gli interventi di riqualificazione energetica realizzati su parti comuni e fino all’85% per interventi congiunti di riqualificazione energetica e sismica, sempre su parti in comune, su edifici appartenenti alle zone sismiche 1,2,3.

Contattaci.

Se desideri la consulenza di un professionista per capire quali siano le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico più adatte alle tue necessità, contattaci attraverso il form sottostante: i nostri professionisti sapranno guidarti nella scelta dell’incentivo più adeguato.