Come risparmiare sul riscaldamento domestico? Suggerimenti e best practice

Risparmiare sul riscaldamento

  • Risparmiare sul riscaldamento di casa: consigli per bollette più “leggere” e un maggiore comfort termico .

    Il costo per il riscaldamento domestico rappresenta una delle voci di spesa che pesano di più sul “portafoglio” delle famiglie italiane; capire come risparmiare diventa, quindi, prioritario. Oltre alla zona geografica in cui ci si trova, due fattori in grado di incidere in maniera considerevole sulla spesa sono il livello di efficienza dell’impianto di riscaldamento e il buon isolamento termico dell’abitazione. Soprattutto dove è presente un sistema poco funzionale e un isolamento termico inefficace, è molto importante adottare delle abitudini e dei comportamenti corretti che permettano di alleggerire un po’ i costi in bolletta.

6 consigli per ridurre i costi del riscaldamento di casa

Se in inverno ti vedi recapitare delle bollette da capogiro, probabilmente stai cercando delle soluzioni per ridurre le spese, senza per questo dover soffrire il freddo. 

Come vedremo a fine articolo, talvolta, l’opzione più efficace e risolutiva è intervenire con dei lavori di riqualificazione che possono riguardare il generatore di calore, l’involucro edilizio e gli infissi.

Nel caso in cui non fosse possibile agire in tal senso, si può cercare di abbassare i costi adottando alcune best practice: anche piccoli accorgimenti, a volte, possono permettere di risparmiare sul riscaldamento. Scopriamoli insieme:

  1. Manutenzione dell’impianto. La regolare manutenzione è fondamentale non solo ai fini della sicurezza e della funzionalità dell’impianto, ma anche del risparmio energetico. Grazie ad essa, infatti, il sistema mantiene la sua efficienza nel tempo: se vogliamo ridurre i costi del riscaldamento, dunque, questo aspetto non va assolutamente trascurato.
  2. Impostare la temperatura giusta. Temperature troppo elevate non fanno bene né al nostro benessere né al nostro portafoglio. Come spiega ENEA, sebbene per legge si possa mantenere una temperatura fino a 22 gradi, 19 gradi sono sufficienti per il comfort. Inoltre, per quanto riguarda le spese, l’Agenzia ricorda che si può risparmiare dal 5% al 10% sui costi del combustibile per ogni grado abbassato.
  3. Installare valvole termostatiche. Le valvole termostatiche, che sono obbligatorie per gli appartamenti nei condomini dotati di riscaldamento centralizzato, consentono di regolare il calore del termosifone presente in ogni stanza, agendo sulla portata d’acqua all’interno del radiatore. Se ci sono dei locali usati meno di frequente, in questi ultimi si potrà impostare una temperatura più bassa e diminuire, di conseguenza, lo spreco energetico.
  4. Eliminare gli ostacoli dai termosifoni. Per far sì che i caloriferi lavorino alla massima efficienza, bisogna assicurarsi che non ci sia nulla che impedisca una corretta circolazione del calore. I radiatori, dunque, non dovrebbero essere coperti da tende pesanti, mobili, copritermosifoni o panni stesi ad asciugare, solo per fare alcuni esempi. Il termosifone incassato nella “classica” nicchia a muro può ridurre la sua capacità emissiva anche del 10%, per fare un altro esempio.
  5. Sfiatare i radiatori per eliminare l’aria. Prima dell’accensione invernale è utile eliminare l’aria che si forma all’interno dei termosifoni, al fine di garantirne la funzionalità: la presenza di aria, infatti, impedisce all’acqua di circolare bene al loro interno. Per svolgere questo lavoro bisogna agire sulla valvola di sfiato.
  6. Attenzione alle dispersioni di calore. Spesso la riduzione del comfort termico è determinata dalla dispersione di calore e dalla presenza di correnti e spifferi. Per mantenere la casa più calda, un’opzione efficace può essere collocare dei pannelli riflettenti tra i termosifoni e la parete su cui sono installati: questi, infatti, impediscono al calore di disperdersi all’esterno. Anche la condizione degli infissi incide in modo rilevante: per agire sugli spifferi può essere necessario, per esempio, siliconare le finestre o sostituire le guarnizioni se usurate.

Abbassare le bollette con interventi di efficientamento energetico

Come anticipato inizialmente, l’efficienza dell’impianto e l’isolamento termico dell’edificio sono i due principali elementi in grado di determinare significativamente la spesa per il riscaldamento invernale. Per conoscere il livello di isolamento della tua casa e il grado di efficienza degli impianti di climatizzazione, puoi chiedere a un tecnico di effettuare una diagnosi energetica: in questo modo saprai quali interventi sarebbe conveniente svolgere per risparmiare sul riscaldamento. Vediamo alcune operazioni di riqualificazione possibili:

  • Interventi sull’involucro e sugli infissi. Questi lavori hanno lo scopo di limitare le dispersioni termiche dell’abitazione, coibentando la struttura e adoperando infissi più performanti.
  • Sostituzione del vecchio impianto con una soluzione all’avanguardia. Ad oggi sono molteplici le proposte disponibili, da valutare, ovviamente, con dei tecnici esperti. Si può optare per una caldaia a condensazione, a biomassa, oppure per una pompa di calore, per esempio. Dove possibile, questi sistemi possono essere anche abbinati a pannelli solari, per la produzione di acqua calda, e a pannelli fotovoltaici, per la produzione di energia elettrica, contribuendo ad abbassare i consumi. Tecnologie innovative come la domotica, inoltre, consentono di risparmiare ancora di più: pensiamo ai cronotermostati e ai regolatori di presenza elettronici, ad esempio, che danno l’opportunità di regolare a distanza la temperatura della casa e i tempi di funzionamento degli impianti. Senza dimenticare che le caldaie di ultima generazione sono dotate di sensore esterno che permette di regolare la temperatura di mandata all’impianto in base a quella esterna (compensazione climatica).

Bonus per la riqualificazione energetica

I lavori elencati, ovviamente, richiedono tutti un investimento iniziale più o meno consistente a seconda del tipo di intervento da svolgere. La buona notizia è che lo Stato mette a disposizione delle detrazioni fiscali per coloro che desiderano efficientare la propria casa. Stiamo parlando dellEcobonus, che offre incentivi fino al 65%, e del Superbonus 110%, particolarmente utile per i condomini interessati alla riqualificazione.

Non perdere l’opportunità di risparmiare sul riscaldamento domestico: contatta i tecnici di ML Group per capire come abbattere i costi in bolletta!

Massimo Eutizi

  • Massimo Eutizi

    Massimo Eutizi

    Socio Clima Service srl – è il responsabile dell’ufficio tecnico commerciale della Clima Service, si occupa di promuovere e vendere il prodotto aziendale e di offrire una consulenza volta a dare soluzioni specifiche alle richieste del cliente. Grazie all’esperienza trentennale maturata, prima nell’assistenza tecnica sul campo e poi come responsabile commerciale, è in grado di dare soluzioni ai problemi impiantistici che si propongono.

Chiamaci subito!

  • Chiamaci al numero 0541.309311 .

    Se desideri ricevere maggiori informazioni sui servizi di ML Group e scoprire i vantaggi che puoi ottenere affidandoti ai nostri professionisti, chiamaci subito!

Contattaci.

Se desideri ricevere maggiori informazioni non esitare a contattarci